Home / Progetti e Lavori / Ravenna - Ex Casa Fabbri

Ravenna - Ex Casa Fabbri

Lavori di recupero edilizio e ampliamento di un fabbricato sito a Ravenna in via Circonvallazione alla Rotonda dei Goti 18 da destinare a struttura residenziale per l’accoglienza di persone anziane.

PROGETTO
L’intervento interessa un immobile di proprietà del Comune di Ravenna, oggetto di demolizione e successiva ricostruzione con ampliamento, nel rispetto degli allineamenti e dell’area di sedime esistente.
La destinazione d’uso, ovvero l’accoglienza di anziani auto sufficienti e non,  preferenzialmente insegnanti e musicisti, è dettata dalle volontà testamentarie della defunta proprietaria dell’immobile.
La capacità ricettiva dell’edifico è stimata in un numero massimo di 20 ospiti oltre il personale di servizio.
Nel nuovo fabbricato sono presenti:
•    locali di soggiorno articolati in modo da permettere diverse attività in relazione alle capacità e agli interessi degli ospiti;
•    zona pranzo;
•    camere singole e doppie;
•    servizi igienici attrezzati per la non autosufficienza.
Il progetto è stato sviluppato nel rispetto delle indicazioni espresse da A.S.P. Ravenna Cervia e Russi, nell’adozione di soluzioni architettoniche e di suddivisione degli spazi che garantissero la fruizione di attività aggregative, ricreativo-culturali e di mobilizzazione di tutti gli utenti, la somministrazione di spasti di provenienza esterna, ma anche la possibilità per gli ospiti di soddisfare direttamente le proprie esigenze cucinando, oltre l’eventuale assistenza infermieristica, le esigenze di autonomia degli spazi destinati al personale, la sicurezza e il controllo delle emergenze.
Per quanto attinente le dotazioni impiantistiche la struttura è dotata di:
•    impianto di riscaldamento invernale ed impianto di raffrescamento estivo con regolazione differenziata delle temperature per ambiente e/o zona e di controllo dell’umidità;
•    impianti elettrici e speciali quali: luci di sicurezza, illuminazione notturna, TV in tutte le camere, impianto telefonico nelle zone comuni, impianto ascensore monta lettighe.
La produzione di energia termica per il riscaldamento, raffrescamento e l’acqua sanitaria è garantita da pompe di calore con moduli idronici, pertanto la struttura è priva di impianto a combustibili fossili (gas metano).
Il contributo da Fonti Energetiche Rinnovabili per i fabbisogni dell’edificio è garantito da:
•    collettori piani vetrati per l’integrazione del fabbisogno di acqua calda sanitaria;
•    da un impianto fotovoltaico a pannelli in silicio policristallino per la produzione di energia elettrica.
La distribuzione interna è stata organizzata per funzionalità di aree omogenee nel modo seguente:
1.    PIANO TERRA:
•    Androne di ingresso, reception, infermeria;
•    Spazi comuni costituiti da: sale comuni, refettorio, cucinetta, sala mobilizzazione, e, nel fabbricato
•    secondario, sala esterna per attività ricreative;
•    Spazi per ospiti: alcune camere da letto da destinare preferibilmente a quegli utenti con maggiori
•    difficoltà motorie;
•    Area per il personale con due stanze e due bagni;
•    Servizi: servizi igienici, depositi per biancheria pulita e sporca e, nel fabbricato secondario,
•    lavanderia e stireria;
2.    PIANO PRIMO:
•    Spazi per ospiti: camere da letto;
•    Servizi: servizi igienici, ripostiglio.
3.    PIANO SECONDO:
•    Copertura con tetto piano in cui sono collocati pannelli fotovoltaici e solari-termici, centrale termica.
L’area esterna è suddivisa in uno spazio antistante l’edificio, prospiciente la via Circonvallazione dei Goti, dove sono collocati nove posti auto; un percorso di collegamento adiacente il parcheggio del super mercato ed una corte retrostante prospiciente la via Odoacre, attrezzata per la fruizione degli ospiti e su cui si affacciano direttamente gli spazi dedicati alle attività comuni: soggiorni, sala esterna per attività ricreative, musica e lettura, lavanderia; in quest’area, sul retro del fabbricato principale e direttamente comunicante con il locale soggiorno-refettorio, sono collocati un pergolato per attività e soggiorno esterni ed un percorso coperto di collegamento all’edificio retrostante.
Il progetto definitivo ed esecutivo del è stato redatto dal Servizio Tecnico di MPR, (società di scopo costituita da ACER RAVENNA per lo svolgimento delle attività tecniche, oggi reincorporata in ACER) e approvato dal Comune di Ravenna con Delibera di G.C. n.563 del 27/12/2012.
La GARA D’APPALTO, sull’importo a base d’asta di €. 863'911,11 è stata esperita da ACER RAVENNA ed ha portato all’ aggiudicazione l’impresa Carlo Rinaldi Impianti con la quale è stato stipulato il contratto in data 19/12/2013
ESECUZIONE
La Consegna dei Lavori è avvenuta in data 08/01/2014
Nel corso dello svolgimento dei lavori si sono rese necessarie opere in variante che hanno conseguentemente incrementato i giorni a disposizione per l’esecuzione dei lavori principali variati e suppletivi.
I lavori si sono conclusi nell’ottobre del 2015.

Informativa estesa sull'uso dei cookies